Diffondo e trasmetto il valore del lavoro dei miei clienti con passione ed inventiva. Dalle persone alle persone.


 



Altre informazioni


Cerca



Il percorso nell'identità profonda di un nuovo fenomeno pubblicitario.

Leggi la vision


Creative Commons License

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 (Italia License).


Rss

dal blog

Chissà cosa starete pensando  leggendo il ‘roboante’ titolo di questo post.

In realtà si tratta della volontà di fare il punto su ciò che ultimamente mi stà capitando con una significativa frequenza, poiché credo che trattare l’argomento possa essere utile a tanti.

Mi riferisco al fatto di ricevere da parte di sconosciuti potenziali clienti, la richiesta a preventivare la realizzazione di uno dei servizi che offro.

Come ad esempio, il restyling del sito web aziendale, un’azione di web marketing o di comunicazione virale o la mera realizzazione di un catalogo etc.

Fin qui niente di strano…anzi!

Tuttavia ci tengo a sottolineare quanto questa pratica – molto in voga – sia di fatto esclusivamente finalizzata, nella stragrande maggioranza dei casi e in totale buona fede, ad uno e un solo obiettivo.

Quello cioè di ottenere un preventivo (o una serie di offerte) che possa mettere in condizione l’azienda richiedente, di operare una scelta per realizzare ciò che TEORICAMENTE LE POSSA SERVIRE, AL FINE DI RAGGIUNGERE UN DETERMINATO OBIETTIVO.

Peccato che non è sempre detto (anzi quasi mai), che quello che l’azienda ritiene utile allo scopo possa esserle congegnale veramente!

Da qui la ragione di un titolo al post così “presuntuoso”.

Tralasciando tutta la questione relativa alla concorrenza che bla bla bla bla bla… vorrei invece concentrarmi su un punto a mio avviso nettamente più importante e cioè quello che mi auguro possa contribuire ad aiutare le aziende – che svolgono un compito diverso dal mio – a spendersi (a puntare) su ciò che serve loro davvero.

Per fare qualche esempio concreto. Vi siete mai chiesti ad esempio…

  • E se il famoso catalogo, dato un determinato tipo di esigenza-obiettivo non fosse lo strumento adatto a raggiungere la vostra meta?
  • E se il sito Internet non vi portasse alcun cliente?
  • E se la vostra pagina Facebook non servisse per far conoscere i vostri prodotti?

Concedetemi un parallelo automobilistico per cercare di spiegarmi meglio.

Comprereste un’auto sportiva per andare a fare un safari, o l’ultimo modello di 4×4 per battere il record dell’autodromo di Imola o di Monza?

Questo per dire che non tutto ciò che sembra utile lo è davvero se non è pensato per la giusta esigenza e per il giusto contesto…eppure la macchina sportiva costa e sarà pure affidabile, ma nel safari con un automobile del genere sareste i primi a fare una figuraccia e in pista con il 4×4 vi lascio immaginare!

Ora capite bene che stando così le cose, la richiesta dell’offerta economica dovrebbe trovarsi molto in basso nella lista delle cose da fare e poi da chiedere a chi si occupa di comunicazione!

Dico questo perché ci tengo veramente al cliente e voglio fargli una confidenza importantissima: voglio svelargli il primo segreto del suo successo!

“Non limitarti a chiedere a chi lavora nell’ambito del marketing di farti un’offerta su ciò che pensi possa esserti utile, poiché è possibile che tu stia puntando su qualche cosa che comunque ti costerà e non è detto che ti servirà”.

E quindi.

“Confrontati approfonditamente con il tuo potenziale partner (che non è e non sarà mai un fornitore) per affidare a lui – o a loro – la responsabilità di dirti cosa ti serve, in base a quelle che sono le tue capacità di spesa e necessità”.

“Ma soprattutto scegli un professionista, un’agenzia o uno studio di comunicazione o di pubblicità se pensi ti possa aiutare a realizzare cosa hai in mente”.

“Magari ne hai sentito parlare bene o te l’hanno consigliato delle persone di cui ti fidi, perché ha una buona reputazione on e off line, perché magari quando ci parli al telefono, via skype o quando gli stringi la mano la sua voce squilla e i suoi occhi brillano e senti che quello che ti dice e come lo dice…fa incredibilmente a caso tuo”.

“Ciò che scrivo ti servirà vedrai, magari commetterai degli errori ma se tu e il tuo partner saprete far tesoro degli ostacoli che pure nel vostro percorso troverete, allora mi ringrazierai di questo consiglio”!

“Poiché non avrai solo risparmiato perché avrai investito correttamente, ma avrai trovato il percorso migliore per cercare di raggiugere i tuoi obiettivi…che non è forse quello per cui stai lavorando”?

E poi dite pure che non vi voglio bene!! ;)

 

I Love Cliente

Foto from David Carrero Fdez-Baillo via Flickr

 

 

 
Rss

da work

Con la promozione del romanzo “Le stanze del tempo” di Federica Bernardini, ho avuto l’occasione di approcciare, per la prima volta con le dinamiche dell mondo dell’editoria.

Tuttavia le azioni che ho messo in campo, a partire dalla scelta della metodologia di pubblicazione del romanzo, si sono rivelate efficaci e in grado di dare risalto ad un’autrice, seppur molto capace, di fatto sconosciuta al grande pubblico dei lettori italiani.

Qui di seguito proverò a sintetizzare le azioni che ho attivato per dare “risalto” al romanzo su indicato.

Premetto che per  la promozione del romanzo ho fatto leva sui canali precedentemente utilizzati dall’autrice ossia il sito web, la pagina Facebook e il canale You Tube.

1 Ancora prima di pubblicare mi sono permesso di suggerire all’autrice di percorrere la strada del “Self Publishing” attraverso la piattaforma Narcissus proponendo in una prima fase il romanzo in formato ebook. Tale modalità di pubblicazione c’ha permesso immediatamente di essere presenti “in un colpo solo” ed in completa autonomia su tutti gli store on line più importanti, creando le premesse per qualunque tipo di azione promozionale.
2 Nelle le fasi immediatamente prima la pubblicazione ho cercato di mantenere alto l’interesse nella pagina Facebook di riferimento, approfittando della particolarità della trama del romanzo che permette naturalmente il coinvolgimento dei potenziali lettori.
3 A romanzo pubblicato in ebook, pur mantenendo la conversazione in merito sulla pagina Facebook, ho aggiornato il sito web con le info sul romanzo con relativa sinossi e collegamenti agli store più importanti per l’acquisto.
4 Ho ideato, scritto e coordinato la produzione video del booktrailer che è possibile vedere qui di seguito.

5 Ho attivato la campagna di web marketing sia per favorire la rintracciabilità del romanzo attraverso il search di Google Adwords, che puntando di volta in volta, su campagne a rotazione mirate agli store, attraverso Facebook ADS.

Storia

Dopo circa 30 giorni di attività, i risultati sembrano quanto meno incoraggianti, come testimonia questa classifica degli ebook più venduti su una delle piattaforme target, dove al I posto si posiziona “Le stanze del tempo” davanti a mostri sacri come Ken Follet, Camilleri etc.

Ovviamente tutti i risultati sono e saranno sempre motivo di analisi e considerazione e le attività proseguiranno attraverso la pubblicazione del romanzo in cartaceo, le presentazioni sul territorio e “una costante dose” di social networking che mi auguro facciano parlare del romanzo anche nelle piattaforme e riviste specializzate, a cui stiamo approcciando in maniera naturale e diretta.

Vedremo dove saremo capaci di arrivare, voi che ne dite? ;)

 

 
 

 

Kontagio è un marchio di Diego Ciarloni
Cod. Fisc. CRLDGI74P26A271B | P. Iva 02268550429 | Via Renaldini, 10/a | 60126 Ancona
Tel. e Fax +39 071 2412878 | cell. +39 328 7310369 | diegociarloni@kontagio.eu