Diffondo e trasmetto il valore del lavoro dei miei clienti con passione ed inventiva. Dalle persone alle persone.


 



Altre informazioni


Cerca



Il percorso nell'identità profonda di un nuovo fenomeno pubblicitario.

Leggi la vision


Creative Commons License

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 (Italia License).


Rss

dal blog

Come indicato nel titolo, dal 12 Marzo scorso, Facebook ha mantenuto la promessa di fare pulizia nelle nostre fan page rimuovendo tutti i “like” degli utenti ormai inattivi.

Il social di Mark Zuckerberg ha mosso dunque una vera e propria crociata verso i “fan non fan” e lo ha fatto per delle ragioni condivisibili

  • Per i proprietari delle pagine: la rimozione dei suddetti account, dopo la “rinfrescata”, fornirà dati sempre aggiornati sulle persone che seguono davvero gli aggiornamenti, e quindi faciliterà l’individuazione di un pubblico più reattivo anche per gli annunci a pagamento.
  • Per fornire agli amministratori di pagine e alle aziende un riferimento di utenti davvero interessati ai contenuti condivisi sulla pagina.
  • Per stanare i furbetti del quartiere e cioè per “ridimensionare” il numero dei like di chi, comprando fan fasulli, ha puntato (chissà per quale motivo) a “farsi bello” circondandosi di fantasmi.

Morale:

  • avremo un pubblico (ridimensionato) ma più definito
  • sapremo a chi parlare con più efficacia
  • orienteremo meglio le nostre campagne

In cambio di tutto ciò Facebook guadagnerà sia in fatto di affidabilità che in termini economici, rispettivamente sia perché sapremo a chi parleremo veramente e sia perché ovviamente saremo tutti più stuzzicati a farci avanti al fine di comperare veramente l’attenzione del nostro pubblico effettivo.

businessman pressing button with contact

“Bravo Facebook”!

Anzi potrei aggiungere quasi un: “Era ora caro Mark”!

“Ora però concentrati sul farti venire in mente come eliminare tutti gli account “fake” che affollano il social network: da chi usa secondi profili falsi, a tutta quella schiera di attività mascherate da persone fisiche che danneggiano più o meno direttamente qualunque sana iniziativa promozionale.

E che, se mi permetti, fanno perdere a te un po’di credibilità e a noi “comuni ed onesti mortali” non pochi soldini!

 Ma stai andando bene, non mollare Mark“! ;)

Se volete leggere il comunicato ufficiale sull’argomento potete cliccare qui.

 
Rss

da work

Per la casa farmaceutica Angelini, in particolare per la divisione Acraf spa, ho ideato, scritto, diretto ed “interpretatoun video che la multinazionale mi ha commissionato, al fine di poter accompagnare una serie di proprie presentazioni ed incontri con la clientela dei farmacisti italiani.

Il video è stato realizzato con l’intento di provare a sintetizzare con originalità e attrattiva,  la vicinanza e la partecipazione fattiva e concreta dell’azienda alla vita delle farmacie italiane, nel relativo quadro delle attuali e complesse dinamiche sia operative che commerciali.

Il video, creato con la preziosissima collaborazione di Art Video per la parte tecnica, è stato composto da una serie di tecniche integrate.

Il girato della (mia) mano è stata ripresa su chroma key ed è stato montato in un ambiente animato con il sistema del disegno in stop motion e fatto interagire con l’animazione 2D degli oggetti in movimento.

Il risultato è quello che potete vedere qui di seguito, che ne dite?

 
 

 

Kontagio è un marchio di Diego Ciarloni
Cod. Fisc. CRLDGI74P26A271B | P. Iva 02268550429 | Via Renaldini, 10/a | 60126 Ancona
Tel. e Fax +39 071 2412878 | cell. +39 328 7310369 | diegociarloni@kontagio.eu