Diffondo e trasmetto il valore del lavoro dei miei clienti con passione ed inventiva. Dalle persone alle persone.


 



Altre informazioni


Cerca



Il percorso nell'identità profonda di un nuovo fenomeno pubblicitario.

Leggi la vision


Creative Commons License

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 (Italia License).


Rss

dal blog

Dopo il felice esito dell’“esperimento” di Facebook Mentions, dove SOLO personaggi famosi, giornalisti e chi comunque avesse una pagina verificata (con la spunta blu) poteva lanciare video streaming per il proprio pubblico, Facebook, circa una settimana fa, si è detto pronto ad estendere la trasmissione video live per tutti.

In breve come funzionerà questa ennesima evoluzione di Facebook (live)?

1  attraverso la vostra applicazione Facebook per smartphone utilizzando il vostro profilo toccate su “A cosa stai pensando”
2 scegliete il vostro pubblico:
tutti,
amici,
liste (da voi create)
3  scrivete quindi una descrizione accattivante e/o ricollegatevi ai concetti che avevate espresso magari per invitare, precedentemente, il vostro pubblico a seguirvi
4  selezionate l’icona del video live (omino contornato da cerchi concentrici)
ed ecco apparirvi il conto alla rovescia di 3 secondi prima di essere in trasmissione dal vivo a tutti gli effetti.
Ricordate che la parte superiore dello schermo, mostra il viso di chi parla, mentre la parte inferiore notifica le “reazioni” delle persone che vi stanno seguendo.
5 a questo punto riceverete l’avviso che il video resterà sul vostro diario al termine della diretta.
Potrete modificarlo successivamente attraverso l’inserimento di una call to action, per esempio, che rimanda ad un vostro sito internet etc.
Ovviamente il post con il vostro video “registrato” potrà essere cancellato come qualunque altro post…se non lo farete, vorrà dire che il video rimarrà nella vostra timeline (a differenza di quelli di Periscope che al momento rimangono raggiungibili (fruibili) per non più di 24 ore).

Per la cronaca il tempo massimo della trasmissione su Facebook Live è di 30 minuti su Periscope invece la trasmissione, al momento, non sembra avere particolari limiti di tempo…tenetene conto.

Ma ritorniamo a Facebook live

6 –se avete realizzato un video per un pubblico ristretto e capite che potete allargare la cerchia degli utenti (seppur in differita) sappiate che potete farlo
A live in corso, fra l’altro, è bene che sappiate che sarà possibile:
1. interagire con il vostro pubblico
2. invitare, anche in corso d’opera, i vostri amici a seguire la diretta
3. presto, si mormora, si potranno aggiungere filtri, scritte etc, un po’ come nel caso di Snapchat
Come Periscope, su Facebook live, si potrà accedere ad una mappa dove, potrete scoprire i live degli utenti di Facebook da oltre 60 paesi nel mondo.
Oltre ai profili, l’applicazione Facebook Live è utilizzabile anche attraverso i gruppi e per gli eventi.
Nel I caso, questa applicazione, aiuterà le stesse persone del gruppo a partecipare ad iniziative etc con tutto ciò che questo significa. Ad esempio, vedere cosa sta succedendo in quel preciso momento nel relativo gruppo di amici, del lavoro, dello sport etc etc.
Per gli eventi, come ad esempio mi capita durante i back-stage teatrali, che già trasmetto con Periscope, si può rendere un evento più accattivante, o una conferenza stampa anche un momento di scambio interattivo oppure semplicemente un fatto fruibile, anche da chi non è potuto essere fisicamente presente.


E per le pagine?

Facebook-live è disponibile e funzionante già per tutti i device sia Apple che Android

In alternativa o in aggiunta  qui potete leggere il mio precedente post dove, fra le altre cose, troverete come si può trasmettere live anche usando le pagine Facebook passando per Periscope.

A cosa serve Facebook live?

Ok l‘impatto visuale conta tantissimo, l’immagine attrae più click di un testo, un video migliora ulteriormente l’interesse del pubblico e bla bla bla.
Ma vogliamo dire che con il miglioramento della tecnologia di trasmissione degli smartphone, etc il consumo e la condivisione dei video sono aumentati notevolmente e che la narrazione, d’ora in avanti, non potrà che essere sempre più orientata all’ hic et nunc?
Di conseguenza è bene tenerne conto se avete un’attività e volete farla conoscere, possibilmente assieme a chi ci mette la faccia, pardon ci lavora! 😉
Per quale ragione, secondo voi, dopo Twitter con Periscope, anche Facebook ha capito che il social live-streaming non può che rappresentare una naturale evoluzione della “comunicazione sociale” fra le persone?
A mio avviso è perché la fruizione da parte degli utenti, attraverso la trasmissione live, non è passiva e riferita comunque al passato (anche se molto prossimo), come già accade per i classici post, ma quest’ultimi possono re-agire ed inter-agire istantaneamente e ovunque nel mondo con chi seguono.
Il tempo e lo spazio per farla breve, nella comunicazione di questo tipo, si riduce a 0.
Abbiamo una vaga idea di che cosa possa voler dire sfruttare questa enorme opportunità?

Se a tutto ciò aggiungiamo che ai video Facebook live sarà data nuova visibilità all’interno del news feed Facebook come lo stesso social sottolinea qui.

Ora che sempre più persone guardano i Live video, stiamo considerando questo formato come nuovo – differente dai normali video – e stiamo riflettendo su come posizionarlo all’interno del News Feed. Inizieremo ad aggiornare il News Feed in modo che sarà più probabile che i Facebook Live video appaiano più in alto quando sono effettivamente in diretta, rispetto a quando non sono più live. Le persone guardano in media 3 volte di più i Facebook Live video quando sono effettivamente live rispetto a quando non lo sono più. Ciò perché sono molto più interessanti in quel momento.

Capiamo che siamo innanzi ad un ulteriore cambiamento del nostro modo di raccontare, di condividere e di interagire…in una parola di vivere.

 

 
Rss

da work

E’ on line il sito web Erahora, uno fra i più importanti centri media di Milano e che annovera fra i clienti più conosciuti, brand del calibro di Subaru Italia, Polti etc.

La realizzazione e la personalizzazione del nuovo sito web  sono state affidate a Kontagio, che ha avuto anche l’onore di diventare anche main partner della medesima azienda lombarda, come è possibile vedere anche dall’home page dello stesso web site in oggetto.

Kontagio, per giunta, seguirà anche lo sviluppo e l’evoluzione del blog, cercando di aiutare il centro media milanese a raccontare il proprio percorso professionale, con l’obiettivo di diventare uno dei punti di riferimento del proprio settore operativo.

Parallelamente Kontagio seguirà la parte dello sviluppo della SEO dello stesso sito, per fare in modo di posizionare “organicamente” al meglio i contenuti del centro media di Milano Erahora.

 

 

 
 

 

Kontagio è un marchio di Diego Ciarloni
Cod. Fisc. CRLDGI74P26A271B | P. Iva 02268550429 | Via Renaldini, 10/a | 60126 Ancona
Tel. +39 328 7310369 | diegociarloni@kontagio.eu