Diffondo e trasmetto il valore del lavoro dei miei clienti con passione ed inventiva. Dalle persone alle persone.


 



Altre informazioni


Cerca



Il percorso nell'identità profonda di un nuovo fenomeno pubblicitario.

Leggi la vision


Creative Commons License

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 (Italia License).


Rss

dal blog

Sarà perché è uno strumento relativamente nuovo e affascinante, sarà perché ci sono continui sviluppi e applicazioni di questo fenomento di finanziamento dalla folla, ma soprattutto sarà perché ho iniziato anche io a cimentarmi attivamente con un progetto di crowdfunding molto ambizioso, nonostante si tratti di un progetto culturale no profit, sta di fatto che credo sia giusto dare il mio piccolo contributo, nei confronti di un’opportunità, quella del crowdfunding, che credo meriti sempre più considerazione non solo da coloro che ne fanno uso per progetti extra imprenditoriali.

Non credo ci sia bisogno di spiegarvi cosa sia il crowdfunding, quali siano le piattaforme più utilizzate in questo senso e come ognuna di essa funzioni in relazione al progetto di raccolta presentato.

Quello su cui invece vorrei puntare è cercare di darvi qualche piccolo suggerimento su come sfruttare al meglio questa “pratica” o fenomento, affinché l’idea della raccolta di denaro dalle persone centri i vostri obiettivi indipendentemente dal tipo di crowdfunding che adotterete.

1 Presentate un progetto che abbia nel suo DNA, un potenziale “attrattivo” interessante.

Un conto sarà infatti presentare un’idea per realizzare il vostro prossimo romanzo d’amore, un conto sarà chiedere sostegno per realizzare un ospedale in un luogo in cui non ce ne sono.
Per dire che fare un po’ di autocritica prima di partire, può far risparmiare un sacco di inutile “fatica”.

2 Non pensate che basti inserire il progetto in 1 o più piattaforme di crowdfunding affinché ci sia la ressa di sostenitori.
Esserci è una condizione necessaria ma non risolutiva.

3 Tente conto che mai come in questo caso, l’unione fa la forza!

Affinché un progetto abbia successo, indipendentemente dalla sua finalità e valore: più siete a sostenere la scommessa, fin dalla partenza e meglio è…se poi nel gruppo iniziale avete qualcuno di molto influente e parecchio conosciuto nell’ambito in cui pensate di far leva per raccogliere credito, è meglio!

4 Condividete il progetto attraverso i social network, considerando che molto probabilmente non basterà per raggiungere l’obiettivo, anche se vi sarà di parecchio aiuto.

Non siamo tutti star del web e quindi, condividere attraverso i nostri canali il o i link dei progetti di crowdfunding a volte può risultare deludente, ma nonostante ciò è giusto e naturale agire in tal senso.

5 Non fatevi prendere dall’ansia e dalla voglia di ottenere tutto e subito.         

leggi tutto

 
Rss

da work

Per uno dei marchi più interessanti nel settore dei rivestimenti in pietra marmo e materiali compositi: i Bizantini di Jesi, ho avuto l’onere e l’onore di progettare il relativo sito Internet istituzionale, primo punto di una politica di web marketing che ho pensato e condiviso per step con la proprietà.
Il sito web è stato concepito per essere usabile su qualunque tipo di device, sia esso un computer o uno smartphone o un tablet, e per trasmettere, in quasi tutte le pagine della struttura in cui si potrà entrare, le tipologie di prodotto-servizio offerto, oltre alle peculiarità di interlocutori con cui l’azienda ha interesse ad entrare in contatto.
Sono state pensate delle gallery a filtro, in cui è possibile navigare sia per tipo di materiale che per tipologia di finalità di rivestimento o brand collegato.

 

Realizzaizone sito web i Bizantini

E’ stata data notevole rilevanza agli importantissimi brand di produzione di rivestimenti di nuova generazione (Laminam, Silestone) con cui l’azienda ha stretto delle parterchip molto importanti su determinate tipologie di segmenti operativi.
Il sito, dotato di un CMS (Content Management System) dedicato, è stato realizzato in parti dinamiche solo per le aree a più probabile necessità di modifica: come il cosa facciamo e tutta la parte realativa alle gallery ed ai prodotti che sarà accessibile da parte del cliente con un back-end facile ed intuitivo per le operazioni di modifica.

leggi tutto

 
 

 

Kontagio è un marchio di Diego Ciarloni
Cod. Fisc. CRLDGI74P26A271B | P. Iva 02268550429 | Via Renaldini, 10/a | 60126 Ancona
Tel. e Fax +39 071 2412878 | cell. +39 328 7310369 | diegociarloni@kontagio.eu