Diffondo e trasmetto il valore del lavoro dei miei clienti con passione ed inventiva. Dalle persone alle persone.


 



Altre informazioni


Cerca



Creative Commons License

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 (Italia License).



Archivio categoria: Video e multimedia

Per la casa farmaceutica Angelini, in particolare per la divisione Acraf spa, ho ideato, scritto, diretto ed “interpretatoun video che la multinazionale mi ha commissionato, al fine di poter accompagnare una serie di proprie presentazioni ed incontri con la clientela dei farmacisti italiani.

Il video è stato realizzato con l’intento di provare a sintetizzare con originalità e attrattiva,  la vicinanza e la partecipazione fattiva e concreta dell’azienda alla vita delle farmacie italiane, nel relativo quadro delle attuali e complesse dinamiche sia operative che commerciali.

Il video, creato con la preziosissima collaborazione di Art Video per la parte tecnica, è stato composto da una serie di tecniche integrate.

Il girato della (mia) mano è stata ripresa su chroma key ed è stato montato in un ambiente animato con il sistema del disegno in stop motion e fatto interagire con l’animazione 2D degli oggetti in movimento.

Il risultato è quello che potete vedere qui di seguito, che ne dite?

 

Con la promozione del romanzo “Le stanze del tempo” di Federica Bernardini, ho avuto l’occasione di approcciare, per la prima volta con le dinamiche dell mondo dell’editoria.

Tuttavia le azioni che ho messo in campo, a partire dalla scelta della metodologia di pubblicazione del romanzo, si sono rivelate efficaci e in grado di dare risalto ad un’autrice, seppur molto capace, di fatto sconosciuta al grande pubblico dei lettori italiani.

Qui di seguito proverò a sintetizzare le azioni che ho attivato per dare “risalto” al romanzo su indicato.

Premetto che per  la promozione del romanzo ho fatto leva sui canali precedentemente utilizzati dall’autrice ossia il sito web, la pagina Facebook e il canale You Tube.

1 Ancora prima di pubblicare mi sono permesso di suggerire all’autrice di percorrere la strada del “Self Publishing” attraverso la piattaforma Narcissus proponendo in una prima fase il romanzo in formato ebook. Tale modalità di pubblicazione c’ha permesso immediatamente di essere presenti “in un colpo solo” ed in completa autonomia su tutti gli store on line più importanti, creando le premesse per qualunque tipo di azione promozionale.
2 Nelle le fasi immediatamente prima la pubblicazione ho cercato di mantenere alto l’interesse nella pagina Facebook di riferimento, approfittando della particolarità della trama del romanzo che permette naturalmente il coinvolgimento dei potenziali lettori.
3 A romanzo pubblicato in ebook, pur mantenendo la conversazione in merito sulla pagina Facebook, ho aggiornato il sito web con le info sul romanzo con relativa sinossi e collegamenti agli store più importanti per l’acquisto.
4 Ho ideato, scritto e coordinato la produzione video del booktrailer che è possibile vedere qui di seguito.

5 Ho attivato la campagna di web marketing sia per favorire la rintracciabilità del romanzo attraverso il search di Google Adwords, che puntando di volta in volta, su campagne a rotazione mirate agli store, attraverso Facebook ADS.

Storia

Dopo circa 30 giorni di attività, i risultati sembrano quanto meno incoraggianti, come testimonia questa classifica degli ebook più venduti su una delle piattaforme target, dove al I posto si posiziona “Le stanze del tempo” davanti a mostri sacri come Ken Follet, Camilleri etc.

Ovviamente tutti i risultati sono e saranno sempre motivo di analisi e considerazione e le attività proseguiranno attraverso la pubblicazione del romanzo in cartaceo, le presentazioni sul territorio e “una costante dose” di social networking che mi auguro facciano parlare del romanzo anche nelle piattaforme e riviste specializzate, a cui stiamo approcciando in maniera naturale e diretta.

Vedremo dove saremo capaci di arrivare, voi che ne dite? 😉

 

 

La Fellowes Italia (sede di Ancona), m’ha chiesto di realizzare una video intervista con la testimonial Mara Fullin  ex giocatrice e team manager della nazionale Italiana di pallacanestro.

Ciò allo scopo di mostrare alla propria clientela delle “pillole multimediali” che in maniera verticale ed immediata, raccontassero le soluzioni Fellowes in relazione alla propria mission aziendale e cioè quella di creare prodotti per il benessere del lavoro d’ufficio.

Data l’esigenza ho pensato, che invece di puntare su una soluzione classica e forse poco incisiva, sarebbe stato meglio far leva su una variante “creativa” che, oltre a facilitare il compito degli “attori”, rendesse l’intervista più vicina e coerente con le tipologie di prodotto/soluzioni trattate.

In questo senso ho immaginato che l’intervista alla testimonial, condotta dai dipendenti dell’azienda cliente, fosse ripresa nel contesto abituale d’utilizzo dei prodotti Fellowes e cioè in ufficio davanti la tastiera della propria postazione di lavoro nel corso di una videoconferenza Skype.

In questo modo parlare di cosa e come fare per adottare una corretta postura di: schiena, collo, polsi etc, in ufficio ha assunto, a mio avviso, una veridicità  in questo caso tutt’altro che trascurabile a beneficio di una maggior chiarezza nella “trasmissione” del messaggio e di una conseguente migliore utilità nella resa.

In questo modo credo proprio di essere riuscito, attraverso questa soluzione video, a mostrare concretamente i prodotti e relative caratteristiche, grazie ad una “naturale immersione” nel contesto specifico, lo stesso che dà spessore e valore alle parole dei protagonisti e riesce a far arrivare più efficacemente il messaggio all’utente.

Qui di seguito le 4 videopillole Fellowes

Zona 1 (Schiena)

Zona 2 (Polsi)

Zona 3 (Collo)

Zona 4 (Ordine nello spazio di lavoro)

 

 

Realizzazione video in stop motion: il caso Angelini

22 gennaio 2014 | di Diego Ciarloni

Per il gruppo Angelini, ho avuto l’incarico di realizzare un video con lo scopo di introdurre il tema del cambiamento in alcune dinamiche aziendali.

In particolare il gruppo, al passo con i tempi ed in linea con la propria vocazione di leader nel mercato farmaceutico, sta puntando fortemente sullo sviluppo dell’uso dei device tablet per facilitare e rendere più coinvolgente il lavoro dei propri consulenti commerciali (e non solo) sul territorio.

A questo proposito il video qui di seguito l’ho pensato, scritto e diretto con l’obiettivo di narrare la naturalezza dell’evoluzione del mondo di lavorare della casa farmaceutica in questione, in linea (nel verso senso della parola), con lo spirito di una realtà che vive l’innovazione come parte integrante della propria quotidianeità.

Ho scelto la modalità stop motion non solo per stressare i disegnatori che per più di 16 ore di fila si sono cimentati nell’animare tutto quanto mi veniva in mente, ma perché ho reduto fosse la tecnica più adatta per trasmettere ciò che penso sia “il filo conduttore” dello spirito innovativo Angelini che lo ha contraddistinto dagli albori ad oggi.

Che ne dite?

 

 

Al “grido”: “accendiamo le idee per far brillare gli ambienti”, che ho ideato per sintetizzare in una frase tutta la complessa attività del gruppo Fala di Sergio Marchetti di Ancona, sono partito per raccontare attraverso il video istituzionale che mi è stato commissionato (e che è possibile vedere qui di seguito), tutte le fasi di lavoro dell’azienda anconetana.
Quest’ultima, fra le poche ormai rimaste sul nostro territorio nel suo genere, ha infatti come obiettivo, fra gli altri, quello di di-mostrare che è in grado di “fare” tutto o quasi quello che  comprende il mondo dell’illuminazione e dell’illuminotecnica in “casa propria” senza bisogno di intermediari.
Da qui l’idea di dare corpo e soprattutto “ritmo” ad ogni singola fase del lavoro, utile per raccontare, sia al mercato nazionale che internazionale, oltre che la qualità dei prodotti finiti anche e soprattutto il valore del lavoro e del know how del gruppo Fala, tutto Made in Marche.

La progettazione, la lavorazione della materia, la galvanica, la finitura, l’elettrificazione degli elementi, la produzione e il collaudo delle luci e led sia SMD che HQ per finire all’imballaggio e spedizione, sono state oggetto di attenzione, di elaborazione, riprese, montaggio e scelta accurata della sonorizzazione più adeguata.

In questo “viaggio” è stata mia compagna d’avventura Artvideo che con piacere mi ha aiutato in questa splendida impresa.

Il video è stato caricato sul canale You Tube istituzionale per essere veicolato anche attraverso tutti gli altri canali social del gruppo su cui sto seguendo altre operazioni di social media marketing di cui vi dirò in seguito.

Intanto date un vostro giudizio su questo lavoro, è possibile a vostro avviso avere un’idea generale ma esaustiva del dietro le quinte la produzione di un punto luce o di un lampadario del gruppo Fala?

Che ne pensate?
Sarà utile al cliente e alla propria forza vendita per argomentare meglio sul reale valore del proprio lavoro?

Io credo proprio di sì…ma si sa, ogni scarrafone…;)

 

Per il contest Barilla relativo alla produzione di uno spot da 30 secondi avente come oggetto il sugo del noto marchio della pasta nostrana, io e Daniele Donati abbiamo prodotto la nostra “ricetta”.

In particolare io mi sono occupato di trovare l’idea, di scrivere i testi, ma anche di reclutare gli attori, lo speaker, di trovare location e persone disposte a dare una mano, oltre a fare uno sforzo d’immaginazione per provare a vedere se dalle idee ai fatti valesse la pena partecipare, per ambire a qualche cosa di più di una semplice partecipazione.

Daniele, si fa per dire, ha fatto il resto compreso la non facile attività di ascoltare le mie critiche ed indicazioni che ha saputo trasformare in ottime applicazioni finali.

Brief alla mano vi invito a dare un giudizio sul lavoro fatto.

Per quello che posso dire in poche righe sul lavoro è che mi sono basato su alcuni semplici elementi per costruire il nostro “racconto”.

1 La storia del marchio e della sua immagine

2 L’importanza della genuinità e della tradizione italiana

3 La funzione del prodotto.

Per quest’ultimo in particolare ho immaginato il sugo in qualità di amalgama della pasta, proprio di quest’ultima che spesso rappresenta un vero e proprio “collante” fra persone.

Quante volte, infatti, ci ritroviamo in famiglia o fra amici attorno ad un bel piatto di pasta?

Ecco che per un’immaginaria proprietà transitiva il sugo, a mio modo di vedere, diventa per sua natura (e grazie alla terra in cui nasce e al trattamento che subisce), il principale veicolo gravitazionale delle persone attorno al luogo in cui sono più vere ad autentiche: il tavolo in cui è possibile condividere il cibo.

Ebbene sì, per come la vedo io ciò che dà sapore alla pasta da sapore e spessore anche ai legami fra le persone…e se la pasta è appetitosa è facile che lo stare assieme possa diventare ancora più gustoso…quante volte ci sarà capitato!

Per questo e non solo per questo ho voluto partecipare a questo contest ed immedesimarmi profondamente nel Brief di casa Barilla con l’intento di “centrare” più che di stupire…credo ne sia valsa la pena indipendentemente da come andrà a finire…no?

Intanto potete provare a votarci…come?

Se vi siete “persi” il video potete sempre cliccare qui.

Mi raccomando prima registratevi fornendo un nick name ed un’indirizzo email.

Intanto che pensate a cosa fare, io ringrazio

  • i Biziantini per la location
  • Arte Casa per la fornitura di piatti, bicchieri e posate.
  • Roberto Cardinali per aver contribuito a dare corpo allo spot con la sua splendida voce

Gli “attori” che si sono prestati all’esperienza con disponibilità e simpatia

  • Rodolfo Flumini
  • Anna Sandroni
  • Luca Gioacchini
  • Vincenzo Francinella
  • Andrea Cesanelli per il supporto tecnico e per il Backstage 
  • Simona Paolella e Nadia Zucconi per la loro appassionata e preziosissima collaborazione.

Vi aggiornerò sull’esito della competizione…voi intanto votate, visto che c’avete pensato così a lungo, e continuate a seguirmi perché…the winner is… 😉

 

 

 

 

Per Steel Meccanica, azienda attiva nel settore stampi e stampaggio in acciaio della zona industriale di Castelbellino (Ancona),  mi sono attivato al fine di realizzare il nuovo pieghevole aziendale e il video istituzionale.

Il tutto in occasione della  fiera EuroBlech 2012 di Hannover, a cui l’azienda prende parte all’interno dello stand coordinato dalla camera di commercio di Ancona.

In collaborazione con Gianluca Garbuglia ho seguito tutti i processi produttivi riguardanti il pieghevole – dall’ideazione, alla grafica, fino alla stampa – ed ho voluto creare uno strumento, tanto semplice quanto immediato, che introducesse intuitivamente  l’idea del viaggio.

Il pieghevole è stato realizzato con un’apertura a 2 movimenti equivalenti a 2 concetti distinti e complementari, che tracciano un percorso ben definito: dall’azienda al prodotto.

In realtà l’idea del viaggio nasce prima ancora con la clip (realizzata con Daniele Donati) che, in un percorso guidato all’interno del territorio locale, racconta Steel Meccanica attraverso una prospettiva originale che evidenzia in particolare:

1 Le caratteristiche dell’iter delle procedure lavorative;

2 Le finalità della missione aziendale;

3 La qualità di un team che è il risultato dell’esperienza, della caparbietà marchigiana e di una cultura di lavoro Made in Italy riconosciuta in tutto il mondo;

4 Il territorio dal quale le persone provengono e su cui l’azienda insiste… esso stesso naturale specchio e spot di valori e identità, che ho voluto mostrare con orgoglio.

Il “Trave”, visto dal belvedere di Portonovo – Ancona, con la cattedrale e il suo porto – l’aeroporto delle Marche di Falconara – il paese di Castelbellino – Senigallia, con il Foro Annonario e la rotonda – le campagne dell’entroterra – e ovviamente l’azienda, con le sue persone e la sua tecnologia: tappe ideali di un tour entusiasmante, come ogni fase del lavoro aziendale.

Il tutto a bordo di una ‘500’ rossa fiammante e con i retrovisori tricolore, emblema del nostro paese e simbolo dell’utilità del lavoro di Stell Meccanica.

Tutto ciò ha fatto da cornice ad un risultato finale, in cui la comunicazione territoriale fa da propulsore a quella aziendale e viceversa.

Almeno questa è la mia impressione, voi che ne dite?

Dimenticavo!

Il brano musicale, dal titolo “Moonrock”, è stato appositamente composto da due splendidi compagni di avventura: Francesco e Roberto.

La scelta del genere (rock-metallico) si sposa perfettamente con il settore di lavoro trattato e contribuisce a dare dinamicità ed energia al tutto.

No comment, invece, sull’attore principale…ma voi non ditelo a nessuno, tanto lui  non lo verrà mai a sapere! 😉

I ringraziamenti vanno a Iride Progetti che mi ha dato l’opportunità di lavorare con Steel Meccanica, alle comparse (Pippo, Bruno, Tiberio e Fabrizia) e a tutto il team aziendale che si è prestato con la massima disponibilità ed entusiasmo.

Infine grazie ad Andrea Cesanelli a cui spero che questo lavoro sia stato d’aiuto nel dare un senso compiuto al suo stage.

Pronti a partire per un nuovo viaggio?

 

Per il video aziendale della sartoria Luca Paolorossi mi sono dedicato con grande soddisfazione all’ideazione dell’impianto narrativo, la redazione dello storyboard e stesura dei testi.

La proposta che ho avanzato, è nata dalla volontà di assecondare l’esigenza portata dal cliente di realizzare un prodotto-video che raccontasse la storia dell’Azienda, a partire dagli albori e superando i nostri tempi, dando il senso profondo dello spirito e dell’impronta lasciati in eredità dai fondatori di questa promettente realtà.

E’ stato così possibile concretizzare quanto richiesto con l’individuazione di una storia che, attraverso il sogno della fondatrice, è volta ad illustrare i momenti più significativi dell’Azienda delineandone al tempo stesso le potenzialità e gli obiettivi futuri.

Un sogno che si snoda in un viaggio temporale e diventa motivo portante di tutto il video fino ai nostri giorni e che, proiettandosi al futuro, esprime insieme la forza propulsiva ed il radicamento nel territorio marchigiano di Filottrano, del quale questa Famiglia/Azienda è espressione. In questo modo è stato possibile dare rilevanza all’evoluzione della qualità, allo stile inconfondibile e all’eleganza indiscussa delle creazioni L.P. che parlano di esclusività, di lusso e sono apprezzate in tutto il mondo. Una clientela rappresentata da illustri personaggi che rende L.P. testimonial di fascino, classe e raffinatezza, capace di assecondare gusti e bisogni ai più alti livelli.

Un sogno dunque, quello della fondatrice, che diventa emozione, storia, appartenenza, legame.

Un sogno che si fa realtà e che proietta il made in Marche nel futuro e nel mondo.

Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione con Daniele Donati che ha realizzato il video utilizzando diverse tecniche, tra cui il cinema 7D e il timelaps consentendo di esprimere al meglio quei concetti e quelle idee che avevo dapprima solo immaginato e poi condiviso.

Guardate qua…che ne pensate del risultato finale?

 

Ho avuto l’onere e l’onore di ideare, dirigere e (in parte) interpretare il video per lo spot di Daniele Donati, in particolare per la sua nuova area d’attività legata al wedding cinema 7D.

Facendo seguito ad una chiacchierata in occasione della realizzazione del video per il mio recente matrimonio, Daniele ha pensato a me, proprio lui che di mestiere realizza video, per un aiuto nell’ideare il suo spot.

L’obiettivo è stato quello di promuovere la nuova area di attività video che consentirà alle coppie di sposi, clienti wedding cinema 7d, di avere a disposizione qualche cosa in grado di superare decisamente, per qualità e appeal, l’ormai scontatissimo “filmino matrimoniale”.

Attraverso la tecnica (7D), oggetto di questo spot, Daniele è e sarà in grado di realizzare  un vero e proprio film dell’evento, con tanto di trailer ed “effetti cinematografici che senza esagerare definirei holliwoodiani”.

Per questo ho pensato che per promuovere una cosa del genere non sarebbe stato affatto male pensare ad un vero e proprio spot/trailer.

Al di là del fatto che per la diffusione del video, oltre al web, uno dei mezzi in fase di valutazione sono proprio le sale cinematografiche, ho immaginato l’effetto che avrebbero potuto avere alcune scene/effetti di film famosi che ho scelto ad hoc… per catturare l’attenzione e trasmettere il messaggio, stimolando il più possibile la curiosità verso la proposta.

I flash di “Blade Runner”, “Armaggeddon”,”Terminator”,  “Le pagine della nostra vita”, “Tutto l’amore del mondo”, rivisitati e reinterpretati per l’occasione,  sono serviti da introduzione al magico mondo del cinema, in cui i futuri sposi potranno “accedere da protagonisti”, assieme ai propri amici e parenti, proprio nel loro giorno più significativo.

Oltre allo storyboard e alla regia, proprio per il rapporto che mi lega a Daniele, mi sono divertito a spingermi anche nel ruolo dell’attore di cinema (non mi aspetto l’oscar), coinvolgendo nell’avventura anche alcuni componenti della mia compagnia teatrale, che ringrazio per aver simpaticamente messo le proprie facce in quest’esperienza…per quasi tutti è stata la prima volta dietro una telecamera…e qualcuno dirà pure che si vede…ma tant’è! 😉

Ok! La prossima volta chiameremo Rutger Hauer, Schwarzenegger & CO…però per questa volta ci possiamo ritenere soddisfatti!

Voi che ne dite…ne abbiamo motivo o no?

Per ora l’appuntamento è su You Tube e su Vimeo…ma non finsce qui…

Siete pronti a stupire e a farvi stupire? 😉

 

 

“Appuntamento” su You Tube

29 settembre 2010 | di Diego Ciarloni

Il canale You Tube “dell’azienda” Michelangelo Prezioso con la pubblicazione di questa clip, per il momento, esaurisce la presentazione (video per video) di tutta la gamma prodotto più importante.

E’ la prima impresa nel suo settore e tra le prime in assoluto che ha deciso di percorrere con decisione ed impegno, su indicazione di Kontagio, la direzione che le permette di veicolare con più facilità e consistenza il valore e il significato delle propria proposta avendo realizzato e pubblicato, nel proprio canale, un video per ogni tipo di prodotto disponibile.

Utilizzare un portale come YouTube per promuovere l’immagine di un’azienda e dei propri prodotti, può sembrare una cosa insolita, invece proprio YouTube a mio avviso si conferma come un ottimo strumento di SEO e di Web Marketing, in quanto aiuta a strutturare il brand e i prodotti, e di conseguenza a generare interesse/traffico verso il rispettivo sito internet.

Tutti i video del canale, a questo proposito, sono stati pensati per contenere un rimando al portale web di riferimento e sono stati tutti realizzati e pubblicati in (HD) per avere un impatto immediato e gradevole, tale da favorirne l’individuazione e la visione alla massima qualità su qualunque tipo di supporto ( PC, Smartphone, iPad) al fine di generare un effetto il più possibile “virale”.

leggi tutto

 
 

 

Kontagio è un marchio di Diego Ciarloni
Cod. Fisc. CRLDGI74P26A271B | P. Iva 02268550429 | Via Renaldini, 10/a | 60126 Ancona
Tel. +39 328 7310369 | diegociarloni@kontagio.eu