Diffondo e trasmetto il valore del lavoro dei miei clienti con passione ed inventiva. Dalle persone alle persone.


 



Altre informazioni


Cerca



Creative Commons License

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 (Italia License).



 

Dal momento che da qualche settimana è possibile registrarsi senza sottostare alla modalità invito e dato che personalmente considero Pinterest uno fra i social network più interessanti al momento,  mi fa piacere parlare un po’ di questa rivoluzionaria “risorsa sociale” non solo adatta a chi produce o commercializza prodotti, ma anche a tutti coloro che vogliono mettere in rete la propria attività mediante immagini e/o usando le cosidette infografiche.

Nato due anni fa circa dall’idea di tre ragazzi (Sharp, Silbermann e Sciarra), deve il suo nome alla fusione di due termini inglesi, pinboard (bacheca) e interest (interesse) da cui si intuisce lo scopo per cui Pinterest, come dice Guido Meda, c’è! 😉
Ma cosa originalissima, che contraddistingue questa piattaforma da tutti gli altri social network di assoluto rilievo, è che le persone con gli stessi interessi possono entrare in contatto non in funzione di un “classico” collegamento sociale (amicizia etc), ma facendo leva anche e soprattutto su temi e questioni di comune interesse.
Se ci mettiamo anche l’estrema semplicità di utilizzo e il fatto che parla davvero per immagini, si può intuire come sia rapido per veicolare le informazioni e come la sua consultazione sia più facile, immediata e di notevole impatto.
Le immagini su Pinterest generalmente sono di altissima qualità, relative a tantissime tematiche moda, musica, cinema, marketing, cucina, arte e molto altro ancora.
Ma in pratica come funziona?

Facendo “Pin“ condividiamo i contenuti (immagini-link) ed è possibile organizzarli in board (contenitori specifici di tematiche) dove, chi ci segue e chi ci trova su Pinterest, può a sua volta condividere o semplicemente consultare le nostre pinboards.

Pinterest, nella modalità di collegamento fra persone assomiglia un po’ a Twitter con il medesimo principio “sociale” dei follower e dei following, ma con una variante molto utile per questo tipologia di social network: ossia in Pinterest è possibile seguire un utente in toto o si può scegliere di seguire solamente alcune delle rispettive boards.
Ciò per dare la possibilità di creare collegamenti fra utenti solo per quell’area di effettivo contatto che non è detto che si possa estendere in toto.
Per esempio se seguo un utente che pubblica contenuti che ritengo interessanti per il mio lavoro non è detto che lo sia alla stessa maniera  per il mio tempo libero, interessi, curiosità, viaggi, etc e/o viceversa.


In questo Pinterest a mio avviso è davvero geniale, dando la possibilità di creare dei collegamenti trasversali che nessun social è stato mai in grado di interpretare.
Ogni immagine o infografica può essere caricata ex novo, può essere accompagnata da una didascalia, può essere (se già on line) commentata, collocata nella categoria like (preferiti) e infine re-pinnata cioè, scimiottando Twitter, ogni immagine può essere rilanciata sul proprio account.
Ogni volta che si “Pinna” un contenuto ad oggi Pinterest fornisce (in 500 caratteri) la possibilità di condividere l’azione con il vostro profilo Facebook, ma soprattutto con il vostro account Twitter che, vi consiglio, se possibile, di utilizzare.
Se decidete di far cinguettare il vostro Pin ricordatevi di farlo in 140 caratteri e di non dimenticare le regole Twitteriane. Quindi occhio alle # argometazioni e alla @ conversazione utili anche se condividerete solo su Pinterest.
Pinterest funziona anche come motore di ricerca e a seconda di ciò che digitiamo nella search, Pinterest ci aiuterà ad individuare se ciò che cerchiamo è riconducibile ad una board, ad un pin o ad una persona…successivamente sarà possible scegliere in quale tipologia di caratteristica vogliamo cercare.
Ovviamente Pinterest è anche consultabile a seconda delle nostre preferenze.
Possiamo infatti decidere di vedere cosa stanno pinnando i nostri Following, cercare cosa si sta Pinnando nel mondo fra le numerossissime catagories, oppure consultando everiything e popular è possibile avere una visione più “allargata” di quali siano i trend più rilevanti al momento.

Magari postati da qualche vostro concorrente!
Date un’occhiata su cosa fanno “i più bravi”…intanto può servirvi per farvi un’idea!i 10 brand italiani  più seguiti di Pinterest.

Ovviamente di Pinterest ci sarebbe ancora da dire, sui “gift” per esempio e su altro ancora.

Per queste ed altre tematiche vi do però appuntamento alla prossima puntata.

Intanto pinnate gente pinnate e se volete dare un’occhiata al mio account potete farlo cliccando qui! 😉

Concludo (permettetemelo) con le opportunità che si possono aprire grazie a Pinterest  per chi, come me, fa questo mestiere o per esempio, per qualunque agenzia di pubblicità delle Marche che opera con le aziende della questa nostra regione nota per le sue peculiarità produttive e commerciali.

Nella stragrande maggioranza dei casi con questo strumento, se ben usato in un’ottica di  social media strategy integrata, si potrebbe approfittare davvero di una grossa mano per farsi trovare prima e meglio attraverso una condivisione mirata e diretta con le rispettive tribù di clienti.

Al momento ho trovato ben pochi account Pinterest, il che significa che c’è molto lavoro da fare e che dobbiamo tutti rimboccarci le maniche e muoverci… nelle Marche e non solo ovviamente! 😉

 

 

2 Risposte a “Cos’è Pinterest e alcune curiosità/considerazioni sul social del momento”

  1. Natisha scrive:

    Thanks for a marvelous posting! I certainly enjoyed reading it, you
    can be a great author.I will ensure that I bookmark your blog and will eventually come back later in life.
    I want to encourage you to definitely continue your great writing, have
    a nice afternoon!

  2. Diego Ciarloni scrive:

    Thanks for yours nice words Natisha.
    I hope you will continue to follow me.
    Have a good time.
    Bye

 

 

Kontagio è un marchio di Diego Ciarloni
Cod. Fisc. CRLDGI74P26A271B | P. Iva 02268550429 | Via Renaldini, 10/a | 60126 Ancona
Tel. +39 328 7310369 | diegociarloni@kontagio.eu