Diffondo e trasmetto il valore del lavoro dei miei clienti con passione ed inventiva. Dalle persone alle persone.


 



Altre informazioni


Cerca



Creative Commons License

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 (Italia License).



I tappa di un viaggio emozionale in 3D

1 dicembre 2010 | di Diego Ciarloni

Per parlare ad un pubblico di professionisti del settore infissi, come progettisti e designer, è necessario mostrare anticipatamente come possono apparire le realizzazioni più raffinate e complesse anziché il prodotto finito, con la finalità di raccontare preventivamente al cliente, attraverso la realtà virtuale, le potenzialità di interpretazione delle idee da parte dell’azienda.

La scelta del 3D, dunque, come opportunità per ideare un contesto che ricrei fedelmente una situazione ottimale frutto dell’immaginazione, allo scopo di emozionare guardando e mostrare così  indirettamente  l’utilità e la bellezza delle soluzioni. È proprio il canale sensoriale visivo che più di ogni altro si intende sollecitare e stimolare, per permettere al cliente di immergersi in una dimensione al momento solo possibile, ma che può divenire realtà semplicemente volendolo!

A dire il vero questa I tappa costituisce solo l’inizio di un progetto più ampio ed articolato di catalogo dedicato, nel quale entrano in gioco diverse componenti e professionalità e nel cui processo kontagio si occupa del concept creativo, scegliendo a tal fine il 3D per le altissime potenzialità di resa unite alla possibilità di contenere i costi di realizzazione.

Clicca qui per vedere le altre immagini del centro benessere in 3D

Per esaltare la valenza e la qualità degli infissi, pensati contemporaneamente come barriera e collegamento tra due mondi ‘contrapposti’ (caldo-freddo / dentro-fuori), sono state scelte due situazioni emotivamente coinvolgenti e di segno opposto: la piacevolezza ed il tepore dell’interno del centro benessere, che rimanda a sensazioni avvolgenti di calore, protezione e di dolce trasporto, a contatto e al tempo stesso confinato con un paesaggio esterno candido, innevato ed insieme ostile, dai colori freddi ed invernali che donano al contrasto il fascino desiderato ed  un impatto emozionale che conquista.

Dunque un’immersione sensoriale in un contesto sublime carico di emozioni, che non trascura di dare informazioni e di mostrare le caratteristiche oggettive dell’infisso, protagonista principale di questo scenario suggestivo ed artefice effettivo del contrasto/collegamento dentro-fuori.

La scelta del 3D si dimostra a tal fine efficace, perché offre la possibilità di muoversi agevolmente nell’ambiente, con la libertà assoluta di poter inventare e ricreare gli scorci più singolari ed emozionali all’interno del centro benessere, come pure di assecondare l’interesse di chi rimane affascinato dal paesaggio esterno innevato.

L’enorme e riconosciuta utilità, da questo punto di vista, sta proprio nell’offrire la possibilità di ricreare situazioni talmente emozionanti da essere ‘estreme’ nella loro natura e dunque ‘arrivare’ diritto al cuore emozionale del fruitore. Un simile risultato, in altro modo, sarebbe difficile da ottenere o economicamente dispendioso, oltre che tecnicamente pressoché impossibile per il fatto di dover cercare e trovare ogni volta la location ‘reale’ giusta.

In questo caso il valore aggiunto di questa modalità di lavoro è dato sicuramente dalla progettazione dell’ambiente (Ilaria Mauric) e dall’elaborazione del 3D (barabucha), entrambe di altissima levatura e qualità. Le immagini sono state pensate in un’ottica trasversale, sia per soddisfare i criteri destinati al loro uso principale (ovvero il catalogo dedicato ai professionisti del settore), sia per essere esse stesse protagoniste nel web, coinvolgendo l’utente e rendendolo partecipe di un’esperienza più interessante, oltre il mero progetto aziendale.

A tal proposito le immagini sono la testimonianza di un viaggio intrapreso dal brand Michelangelo Prezioso, che lo porterà all’esplorazione di una parte di mondo riuscendo ad esprimere le proprie emozioni. Anche il linguaggio originale e personale utilizzato sarà sempre coordinato al brand di riferimento, ovvero tutto in 1° persona! In questo senso il 3D è molto generoso perché, con la sua capacità di riprodurre scenari così simili alla realtà riuscendo persino a superarla in bellezza e fascino, fa provare le stesse emozioni percepite dal protagonista anche al fruitore digitale o tradizionale: per una realtà immaginaria, emozioni vere!

Si tratta della prima tappa di questo viaggio che Michelangelo Prezioso ha intrapreso dentro e fuori di sé. Il ‘dentro’ (centro benessere) rappresenta le sue emozioni, così pure ed intatte, come quelle di un bambino appena nato al mondo e non ancora contaminato. Il ‘fuori’ (paesaggio suggestivo) è invece il suo viaggio appena intrapreso, che lo sta portando ad esplorare incuriosito ed appassionato, con gli occhi di chi guarda per la prima volta le meraviglie del mondo. E a far da spartiacque è proprio l’infisso, con la sua presenza autorevole e prestigiosa, unita alla capacità di saper collegare mondi confinanti e al tempo stesso isolarne perfettamente il calore interno dall’esterno.

Dunque, grazie alla tecnica del 3D si riesce a dare vita alle emozioni più profonde e voce alla ricerca interiore di Michelangelo Prezioso…proprio ciò che avevamo in mente.

Il viaggio è appena cominciato…

 

I commenti sono chiusi.

 

 

Kontagio è un marchio di Diego Ciarloni
Cod. Fisc. CRLDGI74P26A271B | P. Iva 02268550429 | Via Renaldini, 10/a | 60126 Ancona
Tel. +39 328 7310369 | diegociarloni@kontagio.eu