Diffondo e trasmetto il valore del lavoro dei miei clienti con passione ed inventiva. Dalle persone alle persone.


 



Altre informazioni


Cerca



Creative Commons License

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 (Italia License).



Durante questo periodo di “riposo”, fra una passeggiata e una partita a carte fra amici e parenti, mi è capitato spesso di dover far fronte all’immancabile quesito posto dai familiari che si incontrano di rado o dalle nuove conoscenze.

Confesso che non è stato facile dare una risposta.

E allora ho deciso di scrivere questo post con l’obiettivo di fare la cronaca di come ho provato a spiegarlo con successo ad una zia.

Ho esordito così a bruciapelo: “integro media digitali con quelli tradizionali e i canali on line con quelli broadcast”.

La immaginate la faccia della malcapitata zia, che poi non è tanto diversa da quella di un ipotetico cliente dopo una frase del genere?

Quindi  ho provato a recuperare-semplificare dicendo che aiuto le imprese a FARE MARKETING  cercando di guidarle ad investire le proprie risorse su:

1 la realizzazione e la definizione dei propri strumenti di comunicazione (siti internet-cataloghi etc)

2 la conquista di una propria identità e buona reputazione (nei social network e nei siti influenti)

3 l’acquisto di spazi “più o meno pubblicitari” in internet e nei giornali, in tv, etc.

Non ci crederete ma detta così non solo sono riuscito a far capire alla zia cosa facessi, seppur per sommi capi, ma con mio stupore ho contribuito a stimolare la sua curiosità.

Del tipo mi ha incalzato dicendo: “Un’azienda ti paga per gestire ciò che è già suo”?

E io li a spiegare che per prima cosa mi occupo di ciò che l’azienda ha o dovrebbe avere per raggiungere i propri obiettivi di comunicazione  e che la seguo a seconda delle esigenze nella progettazione e realizzazione del “proprio” materiale sia esso fatto di carta che digitale…

“Ah”, dice lei, e fai anche conquiste per i tuoi clienti?

Zia…!!

Ho capito che è interessata e provo a spingermi un po’ oltre…

“Conquistare” vuol dire stare a sentire cosa dice la gente su un argomento, “vicino al mio cliente”,  per poi stabilire come fare per attivare un piano di dialogo e quindi di conquista della fiducia per mettere in condizione l’azienda di guadagnarsi un po’ di attenzione.

“Davvero!! E come si fa”? dice sempre la ormai pentita zia per il suo status di pensionata.

“Beh ci vuole tempo”, dico io, “pazienza, sapere dove e cosa ascoltare e cercare di inoltrare il cliente verso un terreno fertile in cui possa seminare credibilità, competenza e passione… anche se spesso le aziende considerano questa pratica poco utile…ma tant’è è importantissima.

Embè tu non glielo dici che si sbagliano?

Zia…!! O____O

“Va bene, va bene, non dirmi che ti ho annoiato con le mie domande, è che è talmente interessante quello che fai…”

Il mio stupore era arrivato al punto che non potevo non spiegarle ciò che comunque mi avrebbe chiesto.

Sì zia fra le altre cose mi occupo anche della pianificazione media.

“Cioè”?

Cerco di privilegiare Internet e Google, c’hai presente quello che si vede al computer quando ti colleghi in Internet… su tutte le altre forme di pubblicità, perché è su questi mezzi che si gioca la partita del marketing presente e futuro e con essi è possibile mettere in relazione le parole con i bisogni e questi ultimi con gli acquisti.

Mi guarda con una faccia e tra me e me mi dico che stavolta non può aver capito… e invece giusto il tempo di fare questa riflessione e mi fa: “accipicchia”…chissà quante aziende sfruttano queste “cose” che fai…domani voglio comprarmi un computer e mi insegni come si fa.

Vedrai che nella mia parrocchia cambieranno molte cose…

Mi viene da sorridere, sia perché l’entusiasmo di mia zia mi conferma che sono riuscito a spigare a lei, che ha 70 anni, il valore del mio lavoro e sia perché penso che  stavolta, senza l’ausilio di nemmeno un grafico o schema, ho davvero creato un mostro. 😉

 

 

 

I commenti sono chiusi.

 

 

Kontagio è un marchio di Diego Ciarloni
Cod. Fisc. CRLDGI74P26A271B | P. Iva 02268550429 | Via Renaldini, 10/a | 60126 Ancona
Tel. +39 328 7310369 | diegociarloni@kontagio.eu