Diffondo e trasmetto il valore del lavoro dei miei clienti con passione ed inventiva. Dalle persone alle persone.


 



Altre informazioni


Cerca



Creative Commons License

Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono pubblicati con Licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 (Italia License).



In un periodo in cui mi sto concedendo con sempre più trasporto ad un studio matto e disperato senza preoccuparmi più di tanto se mi cresca il naso e la gobba come il mio più illustre predecessore marchigiano Giacomo Leopardi e dal momento che gli approfondimenti su cui decido di scrivere, casualmente hanno sempre più a che vedere con le richieste dei clienti, vorrei concentrare l’attenzione sulle offerte di Facebook: servizio lanciato a settembre 2012 dal social di Zuckerberg e che permette a tutte le aziende di offrire sconti e promozioni attraverso la propria pagina.

Si tratta di un’opzione visibile direttamente sullo strumento di condivisione nella parte superiore del diario di una Fan Page.
Attraverso questa nuova funzionalità, si può creare uno sconto o una promozione raggiungendo teoricamente un vasto numero di persone.
Il meccanismo è semplice, ricalca la logica dei coupon, solo che non prevede nessuna transazione diretta tra Facebook e l’utente
Si possono impostare 3 tipi di offerta da creare, a seconda di come si vorrà rendere utilizzabile l’offerta: “Solo nel negozio”, “Nel negozio e online” e “Solo online”

Solo in negozio: attivando questo tipo di offerta il potenziale cliente avrà la possibilità di utilizzare l’offerta stessa (che riceverà attraverso la posta elettronica) esclusivamente nei punti vendita, mostrando l’email ricevuta stampata o su smartphone.

Nel negozio e online: significa che invece le persone potranno beneficiare dell’offerta o “spendendola” nella sede empirica dell’attività che ha attivato l’iniziativa o sul rispettivo sito web della struttura stessa.

Solo online: si tratta di quel tipo di offerta che l’utente può utilizzare
esclusivamente nella sezione del sito web dell’azienda appositamente dedicata.

 

Va da sé che optare per un tipo o un altro di offerta dipende da ciò che si vuol promuovere (tipi di bene o tipi di servizio).
In ogni caso ipotizzando di voler proporre un’offerta online o nella modalità doppia online/negozio, bisognerà compilare la finestra (vedi sopra), dove è indispensabile inserire la pagina web in cui sarà possibile riscattare l’offerta ed eventualmente un codice riscossione, quest’ultima ipotesi non è obbligatoria ai fini dell’attivazione dell’offerta di Facebook ma ed è sicuramente utile per monitorare gli esiti dell’operazione.

E ovviamente non dobbiamo dimenticarci di

  • impostare il titolo (che sia il più “seducente” possibile in 90 caratteri);
  • scegliere e caricare una foto utile a trasmettere chiaramente l’idea dell’offerta ( attenzione alla dimensione standard della miniatura 90 x 90 pixel);
  • limitare il numero di richieste ed impostare una scadenza (un’offerta deve avere infatti un tempo ed una quantità di prodotto definiti perché se così non fosse si potrebbe andare incontro a grossi problemi)
  • aggiungere termini e condizioni (massimo 900 caratteri ) , utilizzando il tasto “Condizioni”

Alcune cose utili da sapere:

  • Al momento questa funzione è gratuita al suo primo utilizzo, e comporta dal II utilizzo in poi un costo variabile in base al numero di persone da raggiungere con l’offerta. (Costo minimo 4 euro)
  • Le offerte sono disponibili al momento solo per pagine con almeno 400 fan
  • Non  è possibile modificare un’offerta una volta postata
  • Per bloccare un’offerta scaduta è sufficiente cancellarla dalla pagina

Visualizzata l’anteprima dell’ offerta prima della pubblicazione, se ci soddisfa, possiamo decidere di condividerla nella relativa pagina Facebook. L’offerta comparirà nella pagina e nella time line dei fan.

E ai fan che richiedono l’offerta che succede?

Semplice riceveranno un’e-mail con con l’eventuale link o il codice a barre per usufruire della promozione e i dettagli su come sfruttare la promozione presso la tua struttura.Lo stesso utente potrà anche condividere l’offerta con tutti i suoi amici.

L’e-mail include:

  • I termini e le condizioni della tua offerta
  • La data di scadenza
  • Il codice per l’utilizzo dell’offerta online o il codice a barre, se ne hai aggiunto uno

E’ possibile tenere sotto controllo in tempo reale il successo dell’offerta: sotto al testo della promozione infatti è possibile vedere il numero delle richieste eseguite dai fan della pagina Facebook con cui è stata attivata l’offerta.

Mentre scrivo, non ho notizia di case history di strabiliante successo, tuttavia è chiaro che un’opportunità del genere sembra ritagliata appositamente per attività commerciali o comunque ad aziende tipicamente B2C.

Personalmente, ma è una visione da quelli con la gobba e il nasone,  sfrutterei l’opportunità anche nel mondo B2B soprattutto nella fase di organizzazione e di coordinamento del rapporto con i dealer più attivi e ” socialmente più evoluti e seguiti”…ancora troppo pochi? Chissà!
Su larga scala e con un lavoro attento e certosino di allineamento delle pagine Facebook dei rivenditori basato proprio sulle offerte del social di Zuckerberg , saremmo in grado di ottenere risultati probabilmente inimmaginabili.

Gli stessi in grado di tracciare la prima case history degna di nota sull’ s-commerce legata alle offerte di Facebook.

Che ne dite?

Sto sognando all’infinito? 😉

 

I commenti sono chiusi.

 

 

Kontagio è un marchio di Diego Ciarloni
Cod. Fisc. CRLDGI74P26A271B | P. Iva 02268550429 | Via Renaldini, 10/a | 60126 Ancona
Tel. +39 328 7310369 | diegociarloni@kontagio.eu